De Bestiarum Naturis 736 – il Cordillo Nano Gigante

Scrive il Rondelet che il Cordillo Gigante

esiste anche nella zoologia non immaginaria.

Ma è altrettanto vero, come dicono in molti,

che questo coccodrillo colossale sembri talvolta una piccola lucertola.

Dunque, è così che funziona?

Che, se lo prendi da una parte, è un piccolo animaletto del deserto,

quasi del tutto innocuo o - il che è lo stesso - insignificante?

E che invece, se lo prendi dall’altra, ci sembra enorme,

se non addirittura gigantesco?

Eppure, l’essere grande in una parte e non nell’altra,

grande per metà, o anche meno, magari solo per un pezzetto

(ma un pezzetto infinito)

non era una dote tipica dell’artista, e di nessun altro?